Pittura

Pensate: quante volte avete avuto la necessità di stare ad occhi chiusi per “guardare e cogliere” un’emozione! Catturare queste immagini, elaborarle, dargli significati, ricostruire mondi veri che abbiamo dentro e che ci rappresentano è bellissimo. Attraverso tecniche espressive acquisite, attraverso la cultura accumulata, attraverso le esperienze vissute, attraverso la sensibilità coltivata, possiamo rubarci da dentro quelle immagini e donarle agli altri. Ognuno raccoglie ed interpreta quello che ha, se le immagini che dipingo riescono a muovere e comunicare alla vostra anima, mi sento in parte soddisfatto. A volte non so cosa voglio dire, esprimere, cogliere, questo mi crea una sensazione di fatica, angoscia, paura di perdere il collegamento, di non sapermi esprimere. Poi lavoro, lavoro, solo con il mio quadro, scavo e trovo le immagini, che rappresentano il mio mondo, la mia poesia ed ho bisogno degli altri, delle reazioni di chi guarda, di chi riesce a ritrovare attraverso la mia opera qualcosa dentro sé,  non sa come, ma si riconosce, rimane affascinato, la sta a guardare. In quel momento il mio quadro ha comunicato qualcosa, non è solo tecnica e colore, ciò che non potevo mettere sulla tela lo aggiunge chi guarda.